Oggetto: Mostra e Convegno sulla diaspora ellenica ultimi 500 anni.

La Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia (FCCEI) con l’Archivio di Stato di Napoli, la Comunità Ellenica di Napoli e Campania (CENO e la Società Filellenica Italiana (SFI) intendono organizzare in sinergia con la Regione Campania e il Comune di Napoli una Giornata di Studio -con la partecipazione di autorevoli studiosi greci e italiani- nonché una Mostra della durata di un mese con documenti e cimeli sulla diaspora ellenica in Campania negli ultimi 500 anni.

Si allega scheda preliminare della manifestazione.

Città come Venezia, Napoli, Messina, Barletta, Trieste, Livorno, Ancona ed altre avevano accolto, dopo la caduta di Costantinopoli nel 1453, migliaia di profughi greci i quali fondarono comunità ben organizzate, prospere sino ad oggi e ben integrate nel tessuto sociale italiano.

La comunità ellenica di Napoli, di cui ricorre il mezzo millennio di vita, affonda le sue radici nel XVI secolo con l’arrivo in terra partenopea di Εικόναmigliaia di profughi in fuga per l’espansione ottomana nei Balcani.

La diaspora ellenica è una chiave di lettura privilegiata per capire la storia dell’Ellenismo moderno e dell’Europa stessa, grazie all’apporto delle comunità diasporiche nella formazione e nello sviluppo del Meridione d’Italia in età aragonese e spagnola e non solo.

Questa nostra comune iniziativa, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana e della Presidenza della Repubblica Ellenica, sarà altresì patrocinata dal Ministero Esteri della Repubblica Ellenica e dal Ministero dei Beni Culturali della Repubblica Italiana.

Data della Giornata di Studio: 26 giugno 2015.Εικόνα

Si allega programma preliminare del Convegno.

Data della Mostra: 26 maggio – 26 giugno 2015

ΕικόναSede della Giornata di Studio: da definire.

Sede della Mostra: Archivio di Stato di NapoliΕικόνα

Gli ATTI della Giornata di Studio saranno pubblicati nella collana RISVOLTI DELL’ELLENISMO della Comunità Ellenica di Napoli e Campania.Εικόνα

Ideazione e coordinamento scientifico: prof. Jannis Korinthios

Responsabile team organizzativo: dott. Paul Kyprianou

Allestimento mostra documenti e cimeli: arch. Sotiris Papadimitriou

La FCCEI e la CENC, vista la ricorrenza dei 500 anni, intendono altresì Εικόναchiedere al Comune di Napoli la totale ripresa della storica denominazione toponomastica VICO DE’GRECI, in uso dal ‘500 sino al 1923.

La cancellazione della originaria denominazione stradale decisa Εικόναmeschinamente ab irato da Mussolini rese un gravo danno alla memoria storica cittadina.

ΕικόναGià nel 1995 la CENC aveva presentato richiesta formale al Comune di Napoli per riportare la storica denominazione di vico de’ Greci. E il 13 dicembre 2009, il Comune di Napoli inaugurava una lapide commemorativa in via San Tommaso d’Aquino, proprio sul muro esterno della chiesa greca, ricordando il ruolo fondamentale svolto dalla diaspora ellenica, negli ultimi cinque secoli per la prosperità di Napoli. E contemporaneamente decideva di modificare parzialmente alcune insegne stradali in via San Tommaso d’Aquino già vico de’Greci.

Nell’attesa di un Vostro cortese riscontro, cogliamo l’occasione per porgere distinti salúti.

Luogo:Archivio diStato di Napoli

Data inaugurazione Mostra: 26 maggio 2015 ore 16:00

Durata: 26 maggio – 26 giugno 2015

1) CopeÉura spesa per produzione materiale cartaceo quale manifesti, locandine, catalogo della mostra

2) Messa a disposizione di n” 30 pannelliespositivi

3) Messa a disposizione di no 3 pannelli multimediali

4) Promozione dell’evento attraverso i canali di comunicazione solitiamente utilizzati dalla Regione Campania e dalGomune di Napoli

5) Patrocinio morale dell’evento

CONVEGNO

Luogo da definire nel Centro Storico

Data: 26 giugno 2015 ore 09:0&18:00

1) Messa a disposizione di sala, situata nel Centro Storico (capienza di circa 15&’200 persone), per ilConvegno conclusivo del26 giugno 2015

2) Offerta di prarzo a bufiet per circa 20 percone

3) Ofierta pemottamento a Napoli per n” 6 relatori per due notti in struttura alberyhiera convenzionata con !a Regione Campania o ilComune diNapoli (in 25.06, out 27.06)

4) A conclusione del Convegno, copertura di spesa per spettacolo musicale nella Chiesa di San Giovanni Maggiore o nella Sala Filangieri dell’Archivio diStato di Napoli.

5) Pubblicazione locandine e promozione dell’evento attraverso i canali di comunicazione solitamente utilizzatidalla Regione Campania e dal Comune di Napoli

6) Patrocinio morale del!’evento

via s.biagio dei librai, 121 – 80138 napoli – T.+39 08179013&[ – www.comunitaellenicanapoli.it – [email protected]
CONVEGNO

LA DIASPORA ELTENICA IN CAMPANIA DAT ‘5OO AD OGGI

martedì 26 Giugno 2015

PROGRAMMA PRELIMINARE

MATTINA

Ore 09:00 dott. hul Kypriano.r, presidente della Comunità Ellenica di Napoli e

Campania

Benvenuto e discorso introduttivo

Ore 09:15 dott. Stefano Caldoro, presidente Regione Campania Saluto di Benvenuto dott. Luigi de Magisfris, sindaco di Napoli

Saluto di Benvenuto

Ore 9:30 ambasciatore Themistoklis Demiris del la Repubblica El lenica presso lo

Stato ltaliano

Ellenismo e Filellenismo oggi.

Ore 9:45 lannìs Korinthìos, presidente della Federazione delle Comunità e

Confraternite Elleniche in ltalia

La diaspora Ellenica a Napoli, dal 1518 ad oggi: un escursus storico

Ore 10:00 doff.ssa lmmaAscione, direttrice dell’Archivio di Stato di Napoli Fonti documentarie della comunità ellenica di Napoli nelI’ASN

Ore 10:15

prof. Filippo D’Oria, docente di Paleografia presso studi “Federico ll”

tl patrimonio librario e i greci della diaspora ellenica

l’Università degli di Napoli

vias.biagiodei librai, 121 -8}138napoli – T.+3908179013M – wwwcomunitaellenicanapoli.it – [email protected]
Ore 10:30

Pausa caffè

Ore 10:45 arnbasciatrice Ekaterini Koika, direttore generale del Segretariato

Cenerale della Diaspora Ellenica ll ruolo della diaspora Breca nei rapporti tra ltalia e Crecia

Ore 11:00 prof. Konstantinos Svolopulos, Accademia di Atene

ll ruolo delle comunità elleniche in ltalia nel risorgimento greco dal

1821 in poi ‘

Ore 1 1 :15 prof. Marco Galdì, presidente della Società Filellenica ltaliana

ll senso del filellenismo oggi

Ore 12:OO notaio Mario Colella

lmportanza dell’antica Crecia nel diritto dell’Europa occidentale

Ore 12:15

Visita guidata Chiesa dei SS. Severino e Sossio, via Bartolomeo

Capasso, Napoli

Ore 13:00

Pausa pranzo

POMERICCIO

Ore 1 4:15 prof. ssa lolanda Capriglìone

ll contributo dei greci all’arte in Campania

Ore 14:3O prof. Alfdo Ledonne- arch. MirellaVentrone

vias.biagiodei librai, 121-80138napoli – T.+39081790136t1 – www.crmunitaellenicanapoli.it – [email protected]

$

sy/ coMUNlTÀ ELLENICA di NAPOLI e CAMPANIA 7N= E^ HNTKH KorNorHTA NEAnoAEoE KAI KAMnANnE

Belisario Corenzio, ‘ll Creco di Napoli’

Ore 1 4:45 prof. Roberto Romano, docente di Filologia Bizantina presso

l’Università degli studi “Federico ll”

Cli Angelo Comneno d’Epiro nel meridione d’ltalia-

Ore 15:00 prof. Osvaldo Marrocco, direttore del Museo “Eleousa” della Storia

Socio-Religiosa del Cilento Antico

I Paleologi a San Mauro Cilento

Ore

-15:15 prof Giancarlo Lacerenza, docente Università l’Orientale di Napoli,

Lingua e letteratura ebraica biblica e medievale

Da Salonicco a hrtenope: gli Ebrei Creci di Napoli

Ore 15:30

Iannis Korinthios, presidente della Federazione delle Comunità e

Confraternite Elleniche in ltalia

I greci sotto il Fascismo: Una pagina inedita della storia recente dell’EIlenismo di Napoli

Ore 1 5:45 tnbella Insolvìbile, studiosa della resistenza italiana La campagna italiana di Crecia

Ore 16:00 arch. §otiris hpadìmitriou, segretario CENC

ll vico de’Creci a Napoli

Ore 16:15 ardt. Atanasio Pizzì

tl quartiere greco di Napoli e il risanamento del rione Carità

via s.biagio dei librai, 121 – 80138 napoti – T.+39 0817901364 – www.comunitaellenicanapoli.it – [email protected]
Ore 16:30 dott. Gaetano Daniele, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune

di Napoli lJapporto culturale delle comunità “straniere” a Napoli

Ore 1 6:45

Praf.ssa Aw. Caterìna Miraglia, Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Campania

La Campania, una regione inclusiva ed accogliente

Ore 17:OO

Iannis Korinthios, presidente della Federazione delle Comunità e

Confraternite Elleniche in ltalia Conclusioni

Ore 1 7:15

Chiusura del Convegno

Ore 17;30

Concerto alla Basilica di San Ciovanni Maggiore o Sala Filangieri dell’Archivio di Stato di Napoli